SPORT, FAMIGLIA E… SALUTE

A cura della dott.ssa Marina Gerin Birsa - Psicologa dello sport

Cell: +39 347 9347685

Sito internet: www.psymedisport.com

E-mail: info@psymedisport.com

 

La Psicologa dello Sport Marina Gerin Birsa dà delle semplici indicazioni per far sì che lo sport diventi un’occasione di divertimento e salute!

Tuo figlio ha piu' di 10 anni?

«Se tuo figlio ha superato i 10 anni, lo sport ideale da fare insieme è il tennis», propone la Marina Gerin Birsa, psicologa dello sport a Gorizia.

«Sarà un’occasione tutta vostra per stare insieme, diventando più uniti, più affiatati».

Tutti sanno che lo sport è fondamentale per lo sviluppo fisico dei bambini e perché allora non provare a farlo tutti insieme?

Certo, quando i figli sono piccoli è più facile... Ma c’è speranza anche con gli “sdraiati”, gli adolescenti più recalcitranti. «Allenarsi insieme trasforma la famiglia in un team, che collabora per un obiettivo concreto», commenta .

Vedrai, basta musi lunghi e facce annoiate e, in più, tu ti godi un’estate in piena forma.

 

Hai bimbi piccoli: mare o trekking!

«In spiaggia entrate in mare insieme, per nuotare o semplicemente giocare. I bambini vivranno serenamente i primi approcci con le onde e impareranno i primi rudimenti di uno sport fondamentale per diventare più sicuri nella vita», propone la psicologa dello sport.

 

Un altro sport adatto è il trekking.

«Camminare è un’attività naturale, che non preoccupa i bam­bini. Portarli in un ambiente nuovo, magari in mon­tagna, dove potranno scoprire piante e animali sconosciuti, vedere le cime o fermarsi per uno spuntino in un rifugio renderà tutto più divertente, avventuroso. Così manterranno alta l’attenzione e la voglia di camminare, che tra i piccoli cala mol­to velocemente», spiega la psicologa.

 

I tuoi figli sono adolescenti?

«Per chi frequenta la spiaggia, il beach volley è l’attività ideale da condividere con i ragazzi. È una vera sfida che esige anche tattica e una buona intesa nel team in campo, magari genitori contro figli o maschi contro femmine. La partita diventerà un momento capace di coinvolgere e di mettere di buonumore tutta la famiglia», commenta Marina Gerin Birsa.

 

Se cerchi un’attività che riequilibri gli umori in famiglia, l’equitazione fa emergere le qualità di ognuno, rendendo anche i ragazzi più disponibili. «Cavalcare aiuta a prendere le giuste distanze dalle situazioni conflittuali e a superare screzi e piccole discussioni che parevano insormontabili. Inoltre, regala l’opportunità di vivere la natura senza annoiarsi», commenta la psicologa.

 

Siete solo tu e lui?

«Ci vuole uno sport che metta i partner sullo stesso livello, come il tiro con l’arco: la forza muscolare non è predominante e la tecnica ha un ruolo fondamentale. Così può svilupparsi un sano senso di competitività, stimolante per entrambi», spiega la psicologa. D’estate i campi con i bersagli si moltiplicano e puoi cimentarti anche sulla spiaggia o in campagna. «È facile, stimolante e non è faticoso», commenta Gerin Birsa.

 

Anche la vela è un’ottima occasione per fare sport con il proprio partner», aggiunge la psicologa. «In questo caso punta a fare squadra: ognuno ha il suo ruolo a bordo, indispensabile per far veleggiare l’imbarcazione, sfruttare al meglio il vento, viaggiare in sicurezza. Si la­vora insieme, completandosi». L’ideale se lui è più tifoso, che sportivo.

 

Sei una mamma single?

«Approfitta del percorso salute nell’area verde vicino a casa: al fitness abbini la gioia di stare con il tuo bambino, coinvolgendolo negli esercizi.

Il piccolo condividerà il tuo entusiasmo e potrete fare tanti piccoli giochi insieme», consiglia Marina Gerin Birsa.

Diventerà l’occasione per mantenerti in forma, soprattutto se non hai tempo per la palestra.

 


Testo a cura del Dott.ssa Marina Gerin Birsa

vuoi contattarla? >